Dipendenze paologiche

Quando si parla di dipendenza si intende una alterazione del comportamento che da semplice e comune abitudine diventa una ricerca esagerata del piacere attraverso mezzi, sostanze o comportamenti che diventano patologici.

Dal punto di vista degli effetti è utile suddividere la dipendenza in dipendenza fisica e dipendenza psichica.

La dipendenza fisica, prodotta essenzialmente dai condizionamenti neurobiologici, è superabile con relativa facilità , attraverso un percorso di disintossicazione; la dipendenza psichica, ha delle radici più profonde e per questo richiede interventi terapeutici lenti, complessi e ad ampio raggio, coinvolgendo spesso i familiari che stanno attorno alla persona dipendente.

Le forme più gravi comportano dipendenza fisica e psichica con compulsività, con bisogno irrefrenabile di assumere della sostanza o di vivere la situazione da cui si dipende per risperimentarne l’effetto psichico positivo ed evitare il malessere derivante dalla sua mancanza.

Esistono molte forme di dipendenza: da sostanze stupefacenti come  droga, ‘alcol e fumo, dal cibo, dal sesso, dal lavoro, dal gioco d’azzardo, dallo shopping, dalla televisione, da internet, e dall’amore.

Tutte hanno in comune la difficoltà nel fare e meno di ciò da cui si dipende, perché i benefici che se ne traggono coprono un malessere più  profondo. Solo quando gli effetti negativi prodotti dalla dipendenza diventeranno maggiori di quelli positivi, sarà  possibile iniziare un percorso di cambiamento per uscire dalla dipendenza. La psiocoterapia si è  rivelata un utile strumento per affrontare questo passaggio perché  permette di esplorare il malessere sottostante e trovare nuove modalità più sane per star bene.